Coronavirus - Ultime informazioni

ultimo aggiornamento: Giovedì, 23 aprile 2020, 14.00

 

In Svizzera il numero di infezioni da corona è in rapido aumento. Il Consiglio federale ha classificato la situazione in Svizzera come "situazione straordinaria". Il Consiglio federale esorta la popolazione a dare prova di responsabilità restando a casa.

misure per proteggere la salute della popolazione

  • Tutti i negozi, i ristoranti, i bar e tutte le strutture ricreative e per il tempo libero dovranno restare chiusi. Fanno eccezione i negozi di generi alimentari e le strutture sanitarie
  • Mobilitazione fino a 8000 militari per la sanità pubblica, la logistica e la sicurezza
  • Divieto di lezioni presenziali in tutte le istituzioni di formazione
  • Divieto di tutte le manifestazioni pubbliche o private
  • Divieto gli assembramenti di oltre cinque persone
  • Sospensione temporanea delle esecuzioni
  • Obbligo di autorizzazione per l'esportazione di dispositivi medici di protezione
  • A tutte le persone provenienti dall'estero, ad eccezione del Principato del Liechtenstein viene rifiutata l’entrata in Svizzera anche tramite traffic aereo (Sono possibili deroghe, per esempio per le persone che vivono o lavorano in Svizzera.)
  • Divieto di visitare tutti gli ospedali, le case di riposo, le case di cura e gli istituti per disabili (Stato del Cantone di Zurigo)

Rilassamento delle misure

Prima fase: 27 aprile 2020

Nella prima fase, che inizierà il 27 aprile, il Consiglio federale allenterà i provvedimenti per le strutture che prevedono soltanto un numero limitato di contatti diretti, in cui è possibile attuare in modo semplice i piani di protezione e che non generano un forte flusso di persone.

  • Saranno allentati i provvedimenti nel settore medico stazionario
  • Gli ospedali potranno nuovamente effettuare tutti gli interventi
  • Gli studi medici ambulatoriali potranno riprendere la loro normale attività. Rientrano in questa categoria gli studi di medicina dentaria, di fisioterapia e di massaggi medici.
  • Possono riaprire: i parrucchieri, i saloni di massaggio, gli studi di tatuaggio e i centri estetici, anche i centri commerciali del fai da te e di giardinaggio, i negozi di giardinaggio e i fiorai, gli impianti di autolavaggio self-service
  • È revocata la limitazione alla stretta cerchia famigliare per le cerimonie funebri.

 

Seconda e terza fase: 11 maggio e 8 giugno 2020

In una seconda fase, che scatterà l'11 maggio, è prevista la riapertura delle scuole dell'obbligo, dei negozi e dei mercati. Il Consiglio federale deciderà in merito nella seduta del 29 aprile. L'8 giugno è prevista la ripresa delle attività presenziali nelle scuole medie superiori, professionali e universitarie. A partire da quella data potranno riaprire anche le strutture ricreative e per il tempo libero, quali i musei, le biblioteche, i giardini botanici e zoologici; potrà inoltre essere allentato il divieto di assembramento. I dettagli di questa terza fase saranno stabiliti nella seduta del 27 maggio. Il Consiglio federale non ha ancora preso decisioni in merito a ulteriori fasi. A partire da quando potranno nuovamente svolgersi manifestazioni con un grande afflusso di pubblico sarà oggetto di una prossima seduta.


Impatto sull'economia

La comparsa del coronavirus e le misure di protezione adottate dalle autorità provocano und calo nell'offerta e della domanda, che può portare a interruzioni del lavoro. In qualità di imprenditore, siete particolarmente sfidati a contrastare gli effetti a breve e a lungo termine di questa situazione.

Lavoro ridotto

Il lavoro ridotto è la riduzione temporanea o la cessazione del lavoro in un'azienda per motivi economici inevitabili. La perdita di ore lavorative in conseguenza del coronavirus non fa parte del normale rischio aziendale e dà diritto al dipendente a un'indennità di lavoro a tempo parziale.

Pacchetto di misure economiche

Il Consiglio federale aumenta gli aiuti della Corona a oltre 60 miliardi di franchi.

 

Non burocratico, mirato e rapido. In questo modo il Consiglio federale vuole aiutare l'economia, la cultura e lo sport. Vuole evitare che le aziende solide si trovino in difficoltà.



Informazioni per i lavoratori autonomi

Hanno diritto all'indennità le persone esercitanti un’attività lucrativa indipendente che subiscono una perdita di guadagno in seguito ai provvedimenti adottati dal Consiglio federale al fine di combattere il coronavirus.

Informazioni per i comproprietari

A causa del divieto di tutti gli eventi pubblici e privati le riunioni convocate o programmate saranno cancellate e rinviate ad una data successiva.

Informazioni per gli inquilini

Siamo in contatto con tutti gli istituti di pulizia da noi incaricati per garantire che le misure igieniche più severe vengano applicate anche nel settore della pulizia del condominio.



Information from the FOPH

Il Consiglio federale intensifica le misure relative al mantenimento della distanza. Vieta i raduni di più di cinque persone. Chiunque non vi si atterrà potrà essere multato. L'edilizia e l'industria sono tenute a rispettare le raccomandazioni federali in materia di igiene e di distanza.



News Service Bund [IT]

La tutela della trasparenza e della sfera privata rimane critica e va quindi rafforzata (Di, 30 Jun 2020)
L’approvazione di gran parte delle sempre più numerose richieste d’accesso dell’attività dell’Amministrazione federale è in contraddizione con gli sforzi messi in atto dalla stessa per annacquare la legge sulla trasparenza. Le deliberazioni per una moderna legge sulla protezione dei dati, che si protraggono ormai da quasi tre anni, contrastano con i grandi progetti digitali, che pongono sempre più sfide alla vigilanza della protezione dei dati della Confederazione. Il rapporto d’attività 2019/2020 dell’Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT), oggi reso pubblico, evidenzia bene queste zone di tensione tra esigenze opposte.
>> mehr lesen

Conflitto in Siria: la Svizzera sostiene la popolazione bisognosa (Tue, 30 Jun 2020)
Nell’ultimo decennio, la guerra in Siria ha provocato una delle crisi umanitarie più gravi dei nostri tempi. A causa degli incessanti combattimenti, è difficile prestare l’aiuto umanitario di cui hanno urgentemente bisogno le persone. In occasione della quarta conferenza sulla Siria organizzata dall’ONU e dall’UE il 30 giugno 2020, la Svizzera ha annunciato che nel 2020 stanzierà 61 milioni CHF per finanziare misure di sostegno a favore della popolazione siriana e nella regione. La comunità internazionale si è impegnata a versare in totale 7.7 miliardi di dollari statunitensi. Inoltre, in qualità di Stato ospite del processo di pace dell'ONU a Ginevra, la Svizzera continua a sostenere attivamente gli sforzi per una soluzione politica del conflitto.
>> mehr lesen

La Svizzera e il Regno Unito auspicano una più stretta collaborazione in materia di servizi finanziari (Tue, 30 Jun 2020)
In data odierna il ministro delle finanze svizzero Ueli Maurer e il suo omologo britannico, il cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak, si sono riuniti in videoconferenza per firmare una dichiarazione congiunta volta ad approfondire la futura collaborazione tra i due Paesi in materia di servizi finanziari. Inoltre, i due ministri hanno scambiato opinioni sugli effetti della pandemia da coronavirus per la situazione economica e i mercati finanziari nonché sulla concessione di aiuti transitori nazionali a favore dell’economia.
>> mehr lesen

Nuova composizione della Commissione consultiva per l'agricoltura (Tue, 30 Jun 2020)
Il 23 giugno 2020, la Commissione consultiva per l'agricoltura (CCA), istituita dal Consiglio federale, si è riunita per la prima volta nella nuova composizione. La CCA elabora pareri e raccomandazioni attinenti alla politica agricola all'attenzione del Consiglio federale.
>> mehr lesen

Studi sulle ripercussioni dell’accordo di libero scambio AELS-Mercosur (Tue, 30 Jun 2020)
Il 30 giugno 2020 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) e Agroscope hanno pubblicato due studi sulle potenziali ripercussioni dell’accordo di libero scambio AELS-Mercosur dal punto di vista agricolo e ambientale. Secondo gli autori nel complesso le ripercussioni sarebbero limitate.
>> mehr lesen

Produzione di respiratori a basso costo per i Paesi in via di sviluppo: il DFAE sostiene il progetto del Politecnico federale di Zurigo (Tue, 30 Jun 2020)
In molti Paesi c’è una grande carenza di respiratori. L’accesso a questi macchinari salvavita costituisce un grave problema per le persone con difficoltà respiratorie dovute anche al coronavirus. Il DFAE si impegna quindi a fini umanitari a favore della produzione di dispositivi semplici ed economici, ed eroga un finanziamento iniziale per un progetto del Politecnico federale di Zurigo (PFZ) finalizzato a produrre respiratori in Ucraina e a renderli disponibili anche ai Paesi emergenti e in via di sviluppo. Il 30 giugno 2020 il consigliere federale Ignazio Cassis ha firmato, insieme all’ambasciatore ucraino in Svizzera Artem Rybchenko, un accordo che disciplina le modalità del finanziamento iniziale.
>> mehr lesen

COVID-19: massiccia diminuzione del traffico e oltre 100 000 respingimenti – Il bilancio dell’Amministrazione federale delle dogane (Tue, 30 Jun 2020)
Il 16 marzo 2020 il Consiglio federale aveva proclamato la «situazione straordinaria» ai sensi della legge sulle epidemie. La Svizzera, e con lei numerosi altri Stati, ha adottato una serie di misure per ridurre il rischio di trasmissione e per combattere il coronavirus, come la reintroduzione dei controlli sistematici alle frontiere interne e l’emanazione di restrizioni d’entrata. Nell’ambito delle misure di controllo e di sorveglianza del confine, l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) ha accertato numerosi reati e ottenuto risultati positivi nell’ambito delle ricerche. I controlli alle frontiere interne sono stati aboliti il 15 giugno 2020.
>> mehr lesen

Impiego «CORONA 20» dell'esercito ufficialmente terminato (Tue, 30 Jun 2020)
L'impiego in servizio d'appoggio dell'Esercito svizzero disposto dal Consiglio federale nel quadro della pandemia da coronavirus termina oggi, martedì 30 giugno 2020, dopo 107 giorni. Gli ultimi militari ancora in impiego vengono svincolati oggi dai loro compiti e licenziati.
>> mehr lesen

Coronavirus: circa 24'000 militi della protezione civile sono stati impiegati nell'emergenza coronavirus (Tue, 30 Jun 2020)
Nell'ambito dell'emergenza coronavirus, da metà febbraio la protezione civile ha prestato in totale circa 300'000 giorni di servizio in tutti i 26 Cantoni, principalmente per sostenere il sistema sanitario. L'impiego nazionale della protezione civile approvato dal Consiglio federale lo scorso 20 marzo si conclude il 30 giugno.
>> mehr lesen

Aumento del contributo di esplorazione geotermica per un progetto a Haute-Sorne di Geo-Energie Suisse AG (Tue, 30 Jun 2020)
La Confederazione sostiene il progetto pilota per la geotermia profonda di Geo-Energie Suisse AG a Haute-Sorne (Canton Giura) aumentando il contributo di esplorazione geotermica da circa 64 a 90 milioni di franchi. In questo modo si possono sostenere finanziariamente ulteriori misure volte a ridurre i rischi di terremoti. Obiettivo del progetto è che la centrale geotermica riesca a produrre corrente per circa 6000 economie domestiche con una potenza massima di 5 megawatt dal calore della roccia di granito.
>> mehr lesen